Leasing Immobiliare

Leasing Immobiliare: come funziona?

Tra le novità della legge di Stabilità del 2016 è previsto anche il leasing immobiliare che permette di acquistare casa un po’ come si acquista un automobile.leasing immobiliare

Questo contratto di locazione finanziaria era fino ad oggi riservato agli immobili non residenziali e il meccanismo è il seguente:un intermediario finanziario o una banca, acquisterà o costruirà un immobile su scelta e secondo le indicazioni dell’utilizzatore, il quale pagherà prima un canone di affitto e alla fine di un tempo concordato potrà riscattare la casa o lasciarla all’istituto di credito. Si tratta di un contratto a metà tra l’affitto e la compravendita, al termine del quale l’utilizzatore avrà la facoltà di:

  • riscattare l’immobile acquistandone la proprietà, versando un prezzo stabilito nel contratto e che tenga conto dei canoni versati negli anni, oltre che a eventuali acconti;
  • rinnovare il contratto di locazione per un altro periodo;
  • recedere dal contratto e liberare l’immobile;

Questa opzione si avvicina molto al contratto Rent to buy, ma a differenza offre all’utilizzatore dell’immobile vantaggi fiscali.

Vantaggi previsti

Il leasing offre numerosi vantaggi, quali:

  • consente un finanziamento al 100% del valore del bene e può anche comprendere l’arredamento;
  • in caso di difficoltà economica da parte dell’utilizzatore il pagamento del canone può essere bloccato per un massimo di 12 mesi, senza commissioni aggiuntive. La sospensione del canone può avvenire per una sola volta nell’arco della durata del leasing;
  • risparmio delle spese notarili poiché non è prevista nessuna ipoteca;
  • tasso di interesse fisso e stabilito alla stipula del contratto;
  • essendo l’immobile di proprietà della società concedente per tutta la durata del contratto, la rendita dell’abitazione non concorre a formare il reddito imponibile e non deve essere indicata nella dichiarazione dei redditi;
  • le società di leasing detraggono l’IVA sull’acquisto, di conseguenza non aumenta il prezzo dell’immobile come accade con i mutui;
  • è possibile optare per un canone fisso o variabile;
  • i giovani fino a 35 anni e con un reddito che non superi i 55.000 € possono detrarre fino al 19% sia delle spese sostenute per i canoni, sia sul riscatto finale;
  • sono previste agevolazioni anche agli over 35 purché privi di prima casa e con reddito complessivo inferiore a 55.000 €;

Il leasing immobiliare si rivela quindi un’alternativa al mutuo che permette di comprare casa senza contrarre un debito con la banca, pensato con le intenzioni di stimolare l’edilizia e il mercato immobiliare.

Ti è piaciuto l'articolo?
Non perdere i prossimi post... iscriviti alla nostra news letter!
We respect your privacy.

Leave a Comment