Chi compra casa quali tasse deve pagare?

Quali sono le imposte da pagare all’acquisto della casa?

Chi compra casa quali tasse deve pagare” Questa è una delle domande più frequenti che ci viene posta dai nostri clienti che si stanno avvicinando all’acquisto della loro prima casa e non. Ciò che spieghiamo loro è che la tassazione è differente a seconda che si tratti di un acquisto da privato o da società, dal tipo di immobile e dal fatto che si tratti di prima o seconda casa. Vediamo nello specifico ogni caso.

Come accennato, la prima distinzione da fare è capire se si compra casa direttamente da un privato o se il venditore è un’azienda con partita Iva (esempio: acquisto diretto da impresa costruttrice).

Nel caso in cui l’acquisto sia con una società si dovrà versare l’Iva al 10% calcolato sul prezzo di acquisto dell’immobile (aumenta al 22% se si tratta di immobile di lusso A/1, A/8 o A/9).pexels-kindel-media-7578963

Se invece abbiamo a che fare con un privato, come succede per la maggior parte delle compravendite, l’acquirente dovrà versare l’imposta di registro che equivale al 9% del valore catastale del bene.

Quali sono le imposte da pagare in caso di acquisto della prima casa?

Nel caso di acquisto con le agevolazioni “Prima casa” ci saranno interessanti “sconti” sulle imposte dovute all’acquirente.

infatti, in tal caso, l’Iva non sarà più del 10% ma bensì del 4% e l’imposta di registro non sarà più del 9% ma del 2% del valore catastale del bene.

Per poter usufruire di queste agevolazione è necessario rispettare alcune condizioni:

  • l’acquirente non deve avere altri immobili di proprietà, adibiti a civile abitazione, nel Comune dove si trova quello da acquistare;
  • l’acquirente non deve aver già usufruito del bonus prima casa per l’acquisto di altri immobili;
  • l’acquirente deve detenere la propria residenza nello stesso Comune dove è ubicato il nuovo immobile acquistato (attenzione: la residenza deve essere nello stesso comune e non per forza deve coincidere con l’indirizzo dell’immobile che si acquista. Ad esempio, si può comprare un’abitazione con il bonus prima casa per poi darla in affitto).

A queste agevolazioni se ne possono aggiungere di altre molto interessanti, se chi acquista è un giovane al di sotto dei 35 anni e con queste caratteristiche.

Le rimanenti imposte da pagare quando si compra casa, che si tratti di prima o seconda casa, sono l’imposta ipotecaria (pari a 200 euro se si acquista con azienda e € 50 con privato) e l’imposta catastale (pari a 200 euro se si acquista con azienda e € 50con privato) e nelle sole compravendite da impresa, c’è infine da pagare l’imposta di registro fissa di 200 euro.

Ti è piaciuto l'articolo?
Non perdere i prossimi post... iscriviti alla nostra news letter!
We respect your privacy.

Leave a Comment